CONSULENZA COSMETICI / info@consulenzacosmetici.it / tel. +39 3516888727

FAQ


-Qual è l'oggetto del Regolamento (CE) 1223/2009?
L'oggetto del Regolamento (CE) 1223/2009 è il prodotto cosmetico. Si applica infatti a qualsiasi cosmetico immesso sul mercato della Comunità Europea.

- Cos'è un prodotto cosmetico?
L'Articolo 2 del Regolamento (CE) 1223/2009 definisce il "prodotto cosmetico" come:
"qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, organi genitali esterni) oppure sui denti e sulle mucose della bocca allo scopo esclusivamente o prevalentemente di pulirli, profumarli, modificarne l'aspetto, proteggerli, mantenerli in buono stato o correggere gli odori corporei";

- Chi è la Persona Responsabile?
La Persona Responsabile è definita come una persona fisica o giuridica designata come tale all'interno della Comunità, come indicato nell'Articolo 4 del Regolamento (CE) 1223/2009, possono essere immessi sul mercato solo i prodotti cosmetici per i quali è stata designata una Persona Responsabile all'interno della Comunità.

- Chi è il Distributore?
Il Distributore, secondo quando definito dall'Articolo 4 del Regolamento (CE) 1223/2009, è una persona fisica o giuridica nella catena della fornitura, diversa dal fabbricante o dall'importatore, che mette a disposizione un prodotto cosmetico sul mercato comunitario.

- Cosa è il P.I.F. (Product Information File)?
Il P.I.F. è la documentazione informativa che, come stabilito dall'Articolo 11 del Regolamento (CE) 1223/2009, deve essere obbligatoriamente redatta prima dell'immissione in commercio del prodotto sul mercato. Il P.I.F. deve essere tenuto a immediata disposizione delle Autorità competenti e conservato per un periodo di dieci anni dall'ultimo lotto prodotto.

- Cosa è la Valutazione della Sicurezza?
La Valutazione della Sicurezza è una parte del P.I.F. alla quale ogni prodotto cosmetico, prima dell'immisione in commercio, deve essere sottoposto. Il Decreto Legislativo 204/2015 prevede sanzioni amministrative comprese tra 10.000 € e 100.000 € in caso di immissione sul mercato di un cosmetico non sottoposto alla valutazione della sicurezza.

- Chi redige il P.I.F. ed effettua la Valutazione dell Sicurezza?
La Valutazione della Sicurezza di un prodotto cosmetico deve essere realizzata da una figura specifica, il Valutatore della Sicurezza, ovvero una figura in possesso di diplomi o altri documenti attestanti qualifiche formali ottenute in seguito al completamento di corsi universitari teorici e pratici in campo farmaceutico, tossicologico, medico o in discipline analoghe.

- Cos'è la notifica al CPNP?
Consiste nella trasmissione al CPNP (Cosmetic Products Notification Portal), un sistema di raccolta online centralizzato, della notifica di ciascun prodotto cosmetico, prima dell'immissione in commercio dello stesso, come stabilito dall'Articolo 13 del Regolamento (CE) 1223/2009. La mancata trasmissione della notifica al CPNP può comportare delle sanzioni amministrative comprese tra 1.000 € e 6.000 € (Decreto Legislativo 204/2015).

- Chi deve effettuare la notifica al CPNP?
La trasmissione della notifica al portale CPNP deve essere effettuata dalla Persona Responsabile ma anche dal Distributore; quest'ultimo, quando traduce il testo dell'etichetta nella lingua del Paese nel quale immetterà il cosmetico sul mercato, deve trasmettere la notifica al CPNP.

- Chi garantisce l'idoneità delle etichette dei prodotti cosmetici?
L'idoneità alle vigenti normative delle etichette dei prodotti cosmetici è garantita dalla Persona Responsabile che deve contenere tutte le informazioni stabilite dall'Articolo 19 del Regolamento (CE) 1223/2009 in caratteri indelebili e facilmente leggibili e visibili, inoltre l'etichetta deve essere conforme anche al Regolamento (UE) 655/2013 ovvero rispettare i criteri comuni stabiliti per la giustificazione delle dichiarazioni riportate in etichetta, ovvero i cosidetti claims.
Anche il distributore ha degli specifici obblighi, deve infatti verificare che le etichette siano idonee e renderle conformi dal pnto di vista linguistico allo Stato membro nel quale metterà a disposizione il prodotto.

- Cosa sono i Claims?
I claims sono dichiarazioni relative ai prodotti cosmetici che comprendono una serie di informazioni, indicazioni ed aggettivazioni che compaiono sull'etichetta o sul materiale pubblicitario dei prodotti, che  servono principalmente a definire un prodotto cosmetico e ad informare gli utilizzatori finali sulle caratteristiche, sulle qualità e sugli effetti attribuiti al cosmetico.

- Cosa sono le GMP e chi deve garantirne il rispetto?
Le GMP, ovvero le buone pratiche di fabbricazione, sono un insieme di regole che descrivono i metodi, le attrezzature, i mezzi e la gestione delle produzioni al fine di assicurarne degli standard qualitativi appropriati. E' la Persona Responsabile a dover garantire il rispetto delle GMP come stabilito dall'Articolo 8 del Regolamento (CE) 1223/2009. 
 
- Cos'è il Challenge Test? 
Il Challenge Test è un test obbligatorio (salvo particolari tipologie di cosmetici) che consente di valutare l'efficacia del sistema conservante del prodotto in modo da determinare se il cosmetico, durante il suo utilizzo e il suo stoccaggio, è in grado di prevenire la crescita microbica. Pertanto è fondamentale per sviluppare un cosmetico che rimanga sicuro e protetto nel tempo.

- Cos'è il PaO?
Il PaO (Period after Opening) è obbligatorio per i cosmetici con scadenza superiore ai 30 mesi, per tali prodotti è riportata un'indicazione relativa al periodo di tempo in cui il prodotto, una volta aperto, è sicuro e può essere utilizzato senza effetti nocivi per il consumatore.  

Richiedi informazioni
Nome e Cognome *  
 
Email *  
 
Telefono  
 
Note  
 
Consulenza Cosmetici - P.Iva. 02694540416 - Via Monte Petrano 4, 61033 Fermignano (PU) - All rights reserved